Pianeta Mamma

Allattamento al seno, quando e come smettere?

on
29 Gennaio 2019

Allattamento al seno, quando e come smettere? Per i bambini allattati al seno molto spesso il momento della poppata non è solo il momento del pasto, ma una coccola, un momento d’amore, una consolazione dal pianto e un ciuccio per la notte.


Per la mamma può essere un momento d’amore e di tenerezza, ma  faticoso dal punto di vista fisico e a volte stressante, quando e come smettere?

L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino al compimento del 6° mese di vita del bambino.

L’Oms consiglia di proseguire l’allattamento (oltre ad una corretta alimentazione) fino a 2 anni o fino a quando lo desiderano mamma e bambino.

A volte però per ragioni di salute o lavorative o per scelta della madre si decide di smettere con l’allattamento al seno. Come fare?

In caso di patologie che abbiano bisogno di terapie farmacologiche incompatibili con l’allattamento, sarà il medico stesso a consigliare farmaci per far andare via il latte.

In caso di ragioni legate al lavoro la mamma potrebbe scegliere di usare un tiralatte e lasciare che il bimbo usi il biberon con latte materno.

Il tiralatte non stimola la produzione di latte quanto la suzione del bambino, allungando la pausa in cui la mamma si tira il latte la produzione diminuirà.

Un metodo per smettere di allattare in maniera graduale e meno traumatica possibile per il bambino (soprattutto se è oltre l’anno di vita e ha sviluppato un legame molto intenso con il seno materno) può essere quello di allungare la pausa tra una poppata e l’altra.

Quando smettere di allattare al seno

Si potrebbe iniziare togliendo le poppate notturne, durante i risvegli  del bambino avere tanta pazienza e sopperire alla coccola del seno con altre coccole, cullandolo, prendendolo in braccio e aiutandolo a riaddormentarsi.

Le prime notti potrebbero essere faticose e la tentazione di riusare il seno come ciuccio potrebbe essere forte!

Durante il giorno si potrebbero stabilire degli orari e fare in modo che la poppata sia sempre più breve, distrarre il bambino organizzando giochi, facendolo uscire e facendoci aiutare da nonni zii e fratellini maggiori.

In questo modo il bambino si abituerà gradualmente a staccarsi dal seno e la produzione di latte diminuirà fino a cessare del tutto.

Se dovessimo notare che il seno si riempie troppo e non vogliamo procedere con la poppata si potrebbe tentare la spremitura manuale con l’aiuto di acqua calda o il tiralatte.

In ogni caso l’allattamento è un atto di amore, ma ogni mamma deve sentirsi libera di smettere quando decide lei e quando si rende conto che il bambino è pronto.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT