Le vostre Storie

Le interviste. Stefania Natali

on
19 Giugno 2018

Essere sportivi non è una cosa semplice.

Richiede dedizione, tempo, energie, forza di volontà, impegno e sopratutto tanta passione.

Essere sportivi professionisti richiede ancora più di tutto quello che abbiamo citato.

eppure c’è una cosa che richiede ancora più impegno di questo!

L’amore per i figli!

Abbiamo avuto l’onore di intervistare Stefania Natali ex pallavolista e mamma di due splendidi gemelli!

 

 

Ciao Stefania!Raccontaci un po’ di te.

Ciao a tutti il mio nome Stefania e ho compiuto 30 anni a novembre.

Prima di un anno e mezzo fa il mio lavoro era giocare a pallavolo,ho girato quasi mezza Italia per il mio sport ed è sempre stato il mio sogno da bambina assieme a quello di creare presto una famiglia tutta mia.

Un anno e mezzo fa mi sono fermata col Volley per cercare di esaudire questo mio desiderio col mio compagno, con cui siamo assieme e conviviamo da 4 anni.

Ci siamo riusciti presto fortunatamente!

Quando ti hanno detto che erano due gemelli che emozioni e paure hai provato?

Quando ho scoperto di aspettare due bimbi ero un po’ spaventata lo ammetto, noi abbiamo una vita un po’ nomade a cui siamo abituati però, io già prima con la pallavolo quasi ogni anno cambiavo città e il mio compagno idem perché gioca a calcio.

Quindi ho subito pensato a come avremmo fatto con i traslochi, la macchina strapiena di cose nostre, loro e non dimentichiamo che abbiamo anche due micetti che sono come altri due figli per noi.

Entrambi lontano da casa,dalle famiglie quindi senza aiuti.

Ti assalgono tante paure e dubbi,su come sarà gestirli, se sarai in grado di dedicare abbastanza attenzioni ad entrambi, ma probabilmente in forma più ridotta sono pensieri anche di chi affronta una gravidanza singola.

Noi abbiamo avuto anche la fortuna che sono di sesso opposto,una gioia incredibile scoprirlo!

Come è stata la gravidanza e il parto di due gemelli?

Ho fatto una gravidanza incredibile,zero fastidi ho preso poco peso, non ho mai avuto voglie particolari, ho continuato a mangiare come già ero abituata a fare,ho guidato fino a due settimane prima di partorire e ho scelto di fare il cesareo in modo che sapendo già il giorno preciso, il mio compagno ci potesse essere sicuramente,senza incombere in partite o ritiri come prevede il suo sport.

Anche nel post parto non ho avuto grossi problemi ero in piedi la sera stessa e ho perso rapidamente quello che era rimasto dopo il parto, poi c’è da dire che con due i ritmi sono elevatissimi e anche questo mi ha aiutato!

Nonostante il parto sei già molto in forma! Dicci il tuo segreto!

Quando ho due minuti liberi (raramente) da buona sportiva prendo il mio tappetino e iniziò a fare qualche esercizio in casa.

Anche se ho scaricato mille applicazioni, ma per ora ancora mai aperte (ride ndr)

Ci pensano loro a tenermi in forma!

Come hai organizzato la tua giornata?

Fortunatamente i bimbi dormono benissimo la notte per cui la giornata è scandita dai loro pasti.

La mattina riusciamo anche a svegliarci con comodo per le 7,30-8, ed è forse il momento più bello della giornata, perché vedi che quando aprono gli occhi e ti guardano gli si stampa un sorriso lunghissimo e noi puntualmente ci sciogliamo.

Quindi mangiano loro prima,e tutti insieme poi a fare colazione fuori se il tempo lo permette, con una mega passeggiata!

Diciamo che alle 10 abbiamo già fatto tremila cose rispetto a prima, e questo ci piace tanto perché ci sembra di riuscire davvero a viverci e assaporarci di più la giornata.

Io e Stefano (il mio compagno) siamo diventati un’ottima catena di montaggio.

Il nostro affiatamento già molto forte prima è ancor di più aumentato!

Dai un consiglio a una mamma che ha scoperto di aspettare dei gemelli!

Volevo dare un consiglio alle future mamme di gemelli, di non abbattersi quando inevitabilmente si confronteranno con altre mamme bis che diranno che è dura che non si dorme più, che non si riesce più a far nulla.

Anche a noi è successo di sentire spesso queste cose, ma poi ci guardavamo e decidavamo si di ascoltare le varie esperienze degli altri genitori ma di non abbatterci perché ognuna è diversa dall’altra.

Così è stato, e se oggi dovessero chiederlo a noi un parere potremmo  dire che è impegnativo certo,ma che assolutamente è un’esperienza incredibile veder crescere due bimbi insieme,la loro interazione è qualcosa di sconvolgente è l’amore che si prova ti fa superare qualsiasi fatica, noi siamo carichissimi!

Pensate che immaginiamo già il terzo figlio tra qualche anno!

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT